Mercatini di Natale a Strasburgo: tra chalet e specialità locali

Mercatini di Natale a Strasburgo-insegne luminose

 

Sono ben 11 i mercatini di Natale a Strasburgo, le cui origini risalgono al XVI secolo, quando la cultura tedesca influenzava molto la città francese. All’inizio, infatti, i mercatini avevano il nome di Christkindelsmärik, il mercatino di Gesù Bambino. Con il passare del tempo, poi, hanno assunto un’importanza notevole, tanto da essere replicati anche nei borghi limitrofi.

Oggi sono ben 300 gli chalet che animano i mercatini di Natale a Strasburgo, e che per decine e decine di chilometri offrono prodotti di artigianato locale, oggettistica, decorazioni e addobbi natalizi, souvenir e le immancabili prelibatezze culinarie della regione.

Mercatini di Natale a Strasburgo: quali visitare

Il più celebre, nonché l’immancabile, è il “Christkindelsmärik”, il più antico e quindi il più suggestivo. Offre anche giocattoli per i bambini, quindi mentre i più piccoli si divertono a curiosare per prendere spunto e vedere cosa chiedere nella letterina a Babbo Natale, mamma e papà possono gustarsi i dolci alsaziani e un bicchiere di vin brulé, per compensare il freddo.

I mercatini di Natale a Strasburgo di Place Saint Thomas offre anche il Villaggio dei Bambini, ed è concepito per le famiglie: oltre alle casette in legno, infatti, offre laboratori e storytelling, per far sognare i bimbi e per farli entrare al meglio nello spirito delle feste.

In Place Gutenburg tra strumenti musicali artigianali, gioielli e ceramiche, è possibile vivere le varie culture internazionali, e si può spulciare tra i vari banchi gustandosi un Pasteis de Nata, un dolce molto conosciuto nella zona, a base di uovo.

Mercatini di Natale a StrasburgoInfine, Place Klébel si trasforma in un angolo della beneficenza: il Mercatino della Condivisione, infatti, è allestito intorno al grande pino, dov’è possibile lasciare regali per chi è meno fortunato. Sono 80 le associazioni umanitarie che promuovono il loro operato, permettendo di fare del bene con un piccolo gesto, che può aiutare chi ne ha davvero bisogno. Un modo innovativo per fare acquisti aiutando il prossimo, che potrà quindi godere di un Natale migliore. Perché a Natale siamo tutti più buoni.

Dopo aver fatto un regalo agli altri, si può anche pensare di farne uno a se stessi, prenotando, ad esempio, il capodanno a Lione, per scoprire altre usanze e tradizioni tipici francesi.