Oktoberfest, la vera festa della birra

Oktoberfest

 

L’Oktoberfest, la festa della birra numero uno al mese, è l’appuntamento annuale dei birramaniaci, degli sbronzi e di tutti i fan della bionda più conosciuta al mondo, che continua a far girare la testa a milioni di visitatori, che una volta arrivati a Monaco ci lasciano il portafoglio.

Questo perché, sebbene l’ingresso al Theresienwiese, il parco dove si svolge l’evento, sia gratuito, le consumazioni nei capannoni sono a pagamento, e devono essere obbligatoriamente accompagnate dalle mance per le cameriere.

Chi non è mai stato all’Oktoberfest forse non può capire: intanto bisogna dire che, per poter ordinare, è necessario aver preso posto ai tavoli. Questo spiega anche perché, nel weekend, si vede la gente in coda già dalle prime luci dell’alba. La risposta è ovvia: vuol essere la prima ad entrare, alle 9, quando aprono i vari stand, e poter ordinare il primo boccale del giorno. E poi il secondo, il terzo e così via, finché lo stomaco regge. I postumi della sbornia li hanno tutti, visto il tipo di manifestazione in corso, quindi perché farsi troppi problemi?

In caso ci si perda o non si trovino più gli amici, basta farsi trovare nel punto concordato, davanti alla statua della Baviera- presa come riferimento da tutti coloro che non sanno reggere l’alcool-, per poi ricongiungersi e tornare a casa o andare in hotel a riposare.

Oktoberfest: info utili

L’Oktoberfest si svolge tra la fine di settembre e l’inizio di ottobre, e presenta un programma ricco di iniziative interessanti, tra cui la cerimonia di apertura, che prevede la sfilata dei carri dei birrifici, la spillatura, a mezzogiorno, del primo boccale da parte del sindaco con la celebre frase:“O’zapft is!”, “è spillata” e i colpi di cannone sparati a salve, che danno il via ufficiale alla kermesse. A quel punto, dalle 12, i birrifici sono autorizzati a servire da bere, ed inizia il delirio.

Tra fiumi di birra, musica tipica, specialità bavaresi e brindisi continui anche con gli sconosciuti, si trascorre una giornata davvero strepitosa, di cui, molto probabilmente, il giorno dopo, non ci si ricorderà poi molto.

Oktoberfest-PanoramaCuriosa è anche la sfilata della prima domenica, che conta 8000 persone vestite in abiti tradizionali per la classica sfilata di due ore che inizia nel centro storico della città e si conclude al Theresienwiese.

L’ultimo giorno di Oktoberfest, che cade sempre di domenica, ci si ritrova tutti sotto la statua della Baviera per il consueto saluto alla festa della birra che sta ormai per terminare, e ci si dà appuntamento all’anno prossimo. Come per l’inizio, vengono sparati i colpi di cannone, che segnano la fine ufficiale della festa.

Non resta quindi che segnarsi sul calendario le date dell’Oktoberfest, che come quelle del capodanno a Lione, sono da tenere in considerazione.