Tutti pazzi per la Sagra della Polenta

Sagra della polenta-Festa a Vizzolo

 

La Sagra della Polenta è una manifestazione che si tiene durante due weekend di ottobre a Vizzolo Predabissi, ed è dedicata alla regina della cucina orobica.

Nell’Area Feste, dove durante l’estate si tiene il mitico Rocktoberfest, il festival rock della musica e della birra, per incoronare la polenta, viene allestita una tensostruttura riscaldata, e tutti i presenti potranno consumare, conoscere ed assaggiare questo piatto così semplice, eppure così camaleontico.

Sagra della Polenta: cos’è e come si svolge

La Sagra della Polenta, infatti, vuol anche essere l’occasione per mostrare che questa bontà, preparato da sempre in Italia, può sposarsi con tantissime carni, pesci e formaggi, dando spazio alla creatività di chi la prepara. La polenta che si mangia al nord, ad esempio, non è di certo quella che si può trovare al sud, quindi durante questo evento sarebbe un peccato non provare i vari abbinamenti, seppure quelli bizzarri.

Dalla mozzarella di bufala, al branzi, dal radicchio trevigiano al merluzzo, dallo spezzatino alla salsiccia: questi sono solo alcuni dei piatti offerti in menù, e la scelta è così varia che viene voglia di ordinare un assaggio per tipo!

Per la gioia del palato, quindi, si può godere del sapore della polenta, come quella fatta in casa dalla nonna, durante una festa che, oltre ad essere ad ingresso gratuito, mette anche a disposizione della buona musica. Grazie ad alcuni orchestre locali, dopo essersi riempiti lo stomaco, ci si può buttare in pista e scatenarsi. Il tutto senza dover pagare extra.

La “Polentata”, com’è anche chiamata la kermesse, vuole suggellare questo alimento contadino che, accompagnato da salse e contorni, si traduce in una sostanziosa cena preparata da polentieri professionisti.

Sagra della polentaMa come nasce l’idea della Sagra della Festa, la cui prima edizione si è svolta nel 2018? “La verità è che sono un appassionato di polenta – spiega Alessandro Fico, CEO di Club Magellano, che ha ideato e curato l’evento-. Da lì è nata l’idea di celebrare la polenta con una grande festa. Sono sempre più rare le occasioni per degustare questa prelibatezza culinaria, dai nostri avi consumata con una frequenza quotidiana”.

Sagra della polenta: il divertimento è servito

Missione compiuta, dunque, e non resta che attendere la seconda edizione, sperando di riuscire ad aggiudicarsi uno dei 1000 posti disponibili, per vivere quell’atmosfera di divertimento e festa che in qualche modo richiama il capodanno a Lione.